Musei e biblioteche 2.0

La Library of Congress ha messo parte della sua collezione di fotografie su Flickr.Lo scopo e’ permettere a tutti di applicare dei Tags. Per quanto mi riguarda, sara’ un piacevole passatempo durante una domenica piovosa.

Qui.

Trovo che il 2.0 sia una cosa carina, per la condivisione piu’ che per l’ansia di socialita’.

Mi interessa poco sapere cosa stanno facendo amici e conoscenti minuto per minuto, allo stesso modo in cui immagino interessi poco a loro sapere cosa sto facendo io.

I blog personali (si certo, anche il mio) hanno interesse giusto per chi li scrive, e per pochi altri: non e’ questo il punto. Certo poi siamo tutti compulsivamente attratti dalle statistiche, e qualsiasi commento e’ il benvenuto. Ma non cambia lo scopo originale di un diario online, che e’ scritto per amici e parenti, o al limite solo per se stessi.

Ma ecco che spuntano progetti come quello della Library of Congress, o anche solo le meraviglie di Librarything e delle sue “Dead people’s library” – volete sapere quanti libri avete in comune con Tupac Sharuk e con Adam Smith?

Allora vedo la ragione per socializzare on line. Persone interessanti (o al limite con i miei stessi problemi neurologici) si affollano intorno a libri e foto, e organizzano, discutono, confrontano.

Adoro il 2.0

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...