Senso di Patria

Guardare l’Italia da questa distanza, e’ un pò come guardarla attraverso una lente deformante. Non essendo immersi nel quotidiano, nel mare di inquinamento acustico delle notizie, l’occhio cade sempre su quelle più assurde.
Al mattino si scorrono i giornali e qualche blog di fiducia: Veltroni propone la castrazione chimica per i pedofili, Berlusconi suggerisce ad una giovane donna di combattere il precariato tramite matrimonio milionario, Ferrara sostiene l’aborto sulla base del fatto che tre donne della sua vita in tre occasioni diverse hanno deciso di non mettere al mondo suo figlio (e mi asterrò da commenti sarcastici, che questo articolo vuol essere serio).
Non sono una persona dotata di senso patriottico. La geografia è destino, e il destino è caso. Si nasce in un posto piuttosto che in un altro, non è merito nostro, ne’ nostra colpa. Non dobbiamo niente alla patria. Patria è un concetto astratto, che come la religione ha spesso portato più danni che vantaggi.

Dobbiamo qualcosa ai nostri simili: rispetto, equità, regola aurea, chiamatelo come volete. Ma glielo dobbiamo indipendentemente dal fatto che abbiano lo stesso nostro passaporto.
Chi vive in un paese, farebbe bene a partecipare alla vita sociale e civile di quel paese, lottare – politicamente parlando – per cio’ che ritiene giusto o utile. Se gli restano energie, un po’ di informazione sugli altri paesi non puo’ far male, in questo mondo interconnesso.
Ma tutto ciò ha a che fare con le persone, e non con i confini.

Sono anche convinta che la classe politica in una deocrazia sia in buona misura espressione di chi l’ha eletta. E ultimamente, la maggiorparte di quelli che chiamo miei compatrioti non mi piacciono. Non so cosa sia successo, quando sia successo, ma in Italia il numero di persone intente a coltivare il proprio praticello (qualche volta è un parco, o una tenuta) nonostante o a discapito di tutti gli altri sono sempre di più.

In fondo, siamo il paese dove un notaio suggerisce apertamente i modi migliori per frodare il fisco, e chiunque abbia venduto o comprato un immobile lo sa.

Dove voglio arrivare? Sabato sera, a casa di amici, ho detto cose che non sapevo di pensare. Ho detto che non desidero tornare a vivere in Italia, che  credo in cose per cui, in Italia, non mi sento più di lottare, o anche solo votare.

Ho detto che se un giorno avrò la cittadinanza canadese, forse rinuncerò a quella italiana.  Tra i commensali qualcuno mi ha risposto: ma non pensi che li abbiano bisogno di te? Di qualcuno che voti e pensi come te?
Non lo penso, e comunque è superiore alle mie forze: se fossi in Italia in Aprile – per fortuna non lo sarò, non saprei cosa fare. Le energie che ho, desidero impiegarle dove la gente non rema contro: o per lo meno, dove non tutti remano contro.

Sono consapevole del fatto che il Canada, o qualunque altro posto al mondo, se è per questo, non è certamente il paradiso in terra. Non è questo il punto. Dipende da come mi sento io: voglio una scelta, e in Italia mi pare i non averla più.

Come dicevo all’inizio, non sono una persona patriottica. Ciò che mi dispiace di lasciare, sono gli amici, la famiglia, alcuni posti che mi sono cari. Ma sono anche fortunata, un’emigrante di lusso: posso tornare spesso, uso la mia lingua tutti i giorni, Internet è mia amica.

Non mi importa della bandiera, delle istituzioni, e non mi sento defraudata. Se riesco ad ignorare  il vago senso di schifo che provo leggendo i giornali al mattino, il senso di inutilità e sconforto provato dopo le ultime elezioni, posso alzare la testa e guardare altri orizzonti.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...