Estasi Culinarie

di Muriel Barbery

Ovvero l’autrice dell’eleganza del riccio, solo che il libro è precedente, e tra le voci corali che commentano l’agonia di un famoso critico culinario c’è anche la portinaia Madame Michel.

Dunque il nostro critico culinario sta morendo, lo sa, mancano giorni, o forse ore alla fine. E mentre il suo passato ritorna, in flashbacks, lui cerca di trovare un sapore dimenticato, che è nascosto da qualche parte nella memoria tra altri lussuriosi pranzi, sorbetti, aromi.

Intorno a lui, ciascuno a dire la sua, la moglie bistrattata, i figli lasciati a se stessi, l’amico medico, l’amante abbandonata, persino il gatto.

Il libro non è male, manca dell’ironia e della leggerezza dell’opera seconda, insomma, scorre via veloce piacevole, ma non bello.

Annunci

One thought on “Estasi Culinarie

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...