Libri di Marzo

Una gita in una grande città comporta la visita di molte librerie. Perciò ritengo di ssere stata estremamente morigerata, avendo comprato solo tre libri a Boston:

Hardly Knew Her della sempre brava Laura Lippman, e poi (in fondo è Marzo) due libri di femministe americane, Stiffed di Susan Faludi, e Subject to Debate, raccolta di articoli di Katha Pollit.

Perchè il titolo mi piaceva, e poi perchè ultimamente fatico a trovare fiction che mi dia soddisfazioni, The Sociopath Next Door, di Martha Stout.

Nick Hornby e la sua Polisillabc Spree, raccolta di articoli da The Believer sui libri letti e non letti dall’autore ogni mese, è un po’ il papa’ di questi post, e quindi eccolo sul comodino.

Il Canada è una nazione interessante, e con una spinta politica socialista che a volte sorprende, visto che spesso lo si vede solo come una copia sbiadita degli USA. Per capirci un po’ di più ho ordinato a Fair Country, di John Ralston Saul, che in questo libro attribuisce la coscienza sociale dei canadesi soprattutto all’influenza delle tribù native. E perché no?

God’s Harvard infine, è un libro – inchiesta su come i movimenti evangelici americani stiano cercando, con alterne fortune, di creare la prossima classe dirigente, preparando giovani cresciuti in ambienti cristiani semi-fondamentalisti a far convivere la propria passione politica con il creazionismo, sempre cercando di attenersi ai saldi principi di purezza e vicinanza a Dio.

Annunci

One thought on “Libri di Marzo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...