Visita a Villa della Regina

Abbiamo avuto ospiti, lo scorso week end, niente meno che dal Canada. E poche cose mi divertono come visitare la mia città attraverso gli occhi di amici turisti.

Il caldo era soffocante, così abbiamo pensato di cercare rifugio in collina, e visitare la recentemente riaperta Villa della Regina. Ignari eravamo del fatto che la visita dovesse essere prenotata, ma la fortuna ci ha sorriso e mentre bighellonavamo davanti ai cancelli, un usciere con l’aria caporalesca ci ha rimproverato per il ritardo e fatti entrare. Gli abbiamo fatto presente che non avevamo alcun appuntamento: lui ci ha guardati soppesando la situazione poi ha alzato le spalle e ci ha spinti nel gruppo di persone in attesa.

La villa è splendida. La ristrutturazione notevole. Dopo un breve documentario di benvenuto, siamo stati lasciati nelle capaci mani di una signora, storica dell’arte alle dipendenze, presumo, delle Belle Arti, che ci ha condotto attraverso una (troppo?) dettagliata visita degli appartamenti reali.

La signora era chiaramente molto informata e altrettanto colta, e io sono senz’altro una buzzurra superficiale che apprezza l’atmosfera dei luoghi ma in conpenso non ha cultura sufficiente per apprezzare la storia di ogni singolo affresco , mobilio, arazzo (inclusi quelli mancanti, causa furto, distruzione o trasporto al Quirinale da parte dei reali stessi). Così sono stata anche sgridata, perchè vagavo precedendo il gruppo di un paio di metri, cercando anche di sfuggire la calura data da trentacinque persone stipate in pochi metri quadri.

Ma insomma, queste son le cose che rendon le visite ai musei degne di esser raccontate.

La verità è che Villa della Regina è veramente bella, e vi consiglio di prenotare una visita, o magari apettare che la struttura ammetta visite meno organizzate, o anche solo visitare i giardini, se possibile, con una vista mozzafiato sulla città. I soldi sono stati stanziati per la costruzione anche di un bookstore, e oltre almuseo la villa ospiterà gli uffici per la catalogazione delle opere d’arte in Piemonte.

La città ha guadagnato un monumento e un colpo d’occhio ancora migliore sulla già splendida collina.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...