Frammenti

Questo è il biglietto che i miei suoceri mi hanno mandato in occasione del mio compleanno. E’ arrivato qualche giorno dopo la data prevista, nella valigia del compagno di viaggio.

Chi di voi mi conosce un po’, noterà una certa somiglianza tra me e la fanciulla del disegno. Questo, insieme al testo del biglietto ed ai versi in rima scritti da mio suocero all’interno, mi ha strappato leggendolo una sonora risata.

Il biglietto accompagnava il regalo vero e proprio, una borsa a tracolla con la scritta “Monella vagabonda”.

Non è certo il primo regalo che ricevo dai miei suoceri. Negli anni (quasi dieci) di conoscenza reciproca sono passati di mano libri, dischi, capi d’abbigliamento – con una predilezione per sciarpe e cappelli – generi alimentari e di vario conforto.

Non è mai nemmeno stata necessaria una vera e propria occasione, anche se certo le ricorrenze tendono a farla da padrone. Per un periodo abbiamo inaugurato una sorta di sfida che consisteva nel trovare i cibi più desueti e presentarli alla tavola comune: salamini d’oca o di struzzo, uova dai colori improponibili, formaggi ripieni di sostanze normalmente non reperibili nei formaggi, lumache e così via.

Un altro must sono stati gli oggettini in legno prodotti dalle stesse mani del suocero: contenitori, vassoi, bomboniere (si, mi hanno fatto un regalo anche per i LORO 50 anni di matrimonio), sempre rigorosamente accompagnati da verseggiamenti ironicamente adatti all’occasione.

L’ultima visita nel paesino d’origine della famiglia, mi ha fruttato due mestoli con i buchi, uno di rappresentanza per la tavola ed uno per i lavori sporchi in cucina, tutto perché in un paio di occasioni avevo ammirato quello che mia suocera usa per prelevare le olive in salamoia dal barattolo.

Ma questo biglietto, e la borsa, hanno toccato una corda speciale. Mostra non solo l’interesse per la persona che deve ricevere l’omaggio, ed il tempo dedicato alla scelta dello stesso, che sono già standard molto alti per un regalo.

Quel biglietto dice che i miei suoceri hanno speso ad osservarmi almeno la stessa quantità di tempo che io ho speso ad osservare loro. Mi hanno guardata, e mi hanno capita.  Dice cose di me, che solo chi mi conosce può dire. C’è dentro tutto. Ironia, gentile ed affettuosa presa in giro, affetto, un paio di complimenti extra non necessari ma molto graditi.

E’ un regalo personale, che racconta senza parlare il rapporto tra chi dona e chi riceve. Sono i regali migliori.

Questo non mi dovrebbe sorprendere. La prima cosa che ho notato dei genitori del compagno di viaggio è stato il senso di ospitalità, l’accoglienza e la spontaneità con cui ricevevano i frequenti ospiti, per un pasto o per una settimana.

E’ sempre stato evidente il loro interesse per gli altri, ognuno a suo modo.

Ho sempre apprezzato anche le loro dinamiche di coppia. Come non essere incuriositi da chi passa più di 50 anni insieme ad un’altra persona, e ancora occasionalmente la tiene per mano, o si scambia un rapido bacio durante l’operazione di piegatura delle lenzuola?

Mia suocera, se non fosse abbastanza, è una cuoca sopraffina, e un’ottima forchetta. Durante la loro visita in Canada, un paio di estati fa, non si è tirata indietro di fronte a nulla, assaggiando con entusiasmo piatti a lei sconosciuti e di cucine etniche.

Quindi questo è una specie di ringraziamento, per come sono sempre stata accolta, e per avermi fatta sentire a casa dal primo giorno.

Insomma, per concludere: se avete dei suoceri come i miei, siete gente molto fortunata.

Questo post è per Alvaro, che amava i fossi, la poesia e sapeva riconosce gli spiriti affini. E per Lina, che è forte e determinata e saprà dimostrarcelo.
Annunci

4 thoughts on “Frammenti

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...