Piccole (in)soddisfazioni

Il Washington Post ha riportato un paio di giorni fa i risultati di un sondaggio sulla soddisfazione dei cittadini di DC in relazione alla politica del loro sindaco, Vincent Gray.

La città ha un buco di budget piuttosto alto, e il sindaco prevede di alzare le tasse ai residenti con un reddito superiore ai $200.000 (passerebbero da 8.4 a 8.7 %) e di tagliare pesantemente sui servizi pubblici.*

Gli intervistati si sono dichiarati a favore dell’aumento delle tasse per i reditti alti, e decisamente a sfavore dei tagli ai servizi, in una città dove la povertà, la disoccupazione e lo svantaggio sociale intersecano quotidianamente il passo della classe media e alta, con titoli di studio stellari e ottime professionalità.

Secondo il DC Fiscal Policy Institute un aumento medio delle tasse di corca $400 dolalri l’anno per le fasce di reditto tra $200.000 e $350.000 non mette la città a rischio di perdere questi cittadini a favore dei sobborghi.

Qui l’articolo, con tutti i dettagli.

*La tassa all’ 8.5% riguarda al momento i redditi a partire da $40.000 l’anno.

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...