Fare senza Penny

Il penny, ovvero la monetina da un centesimo americana, di zinco, piccola e leggera, potrebbe, dovrebbe non esserci più.

Per varie ragioni: tanto per cominciare, causa inflazione, produrla costa troppo rispetto al suo potere di acquisto. In effetti pare sia la moneta più “costosa” da produrre – in proporzione, ovviamente – della storia degli States.

In secondo luogo, serve a quasi niente. E lo so bene io che ne ho un giacimento nel portafoglio. Non viene accettata dalle macchinette, ne’ nelle cabine telefoniche, la gente è troppo pigra per contare i penny e si fa invece dare il resto quando paga in contanti.

D’altra parte, non sono poche le occasioni che uno ha di lasciare qualche penny in una scatola per beneficienza e molte organizzazioni ci contano. E come se non bastasse, pare ci sia una lobby dello zinco che ovviamente preme per continuare a vendere il materiale al governo.

Quindi non penso che ci libereremo dei penny così in fretta.

Per ora, vado a levarli dal mio portamonete (ne ho anche di Canadesi e Italiani che girano) e magari alla prossima occasioni li lascio a qualche charity.

Annunci

One thought on “Fare senza Penny

  1. Anche io ho un intero salvadanaio pieno di centesimi che non si possono usare quasi da nessuna parte…. seguendo il tuo esempio li darò in beneficenza. Che bello il tuo blog…. pensare che l’anno scorso, causa disguido compagnia aerea, sono arrivato molto vicino a Washington…. ma non così vicino haimè ^___^

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...