L’Armée Furieuse

di Fred Vargas

penso di aver detto altrove che ho iniziato a studiare il francese per poter leggere Fred Vargas in lingua originale. Il sogno è coronato. Salvo alcune parole da cercare sul vocabolario, (ma che comunque non impedivano la comprensione generale del testo) la lettura è andata via liscia, se decisamente più lenta rispetto ai miei standard.

Il libro era li, in vista in ogni libreria di Parigi. Uscito giusto un paio di giorni prima, fresco e fragrante come pane appena sfornato. Okay, mi sto lasciando trasportare.

Ma, ah, che meraviglia. Ho avuto anche fortuna, L’armée è al livello dei Boschi Eterni se non di Parti in Fretta e non Tornare.

La Vargas è tornata!

Una donna appena arrivata dalla normandia racconta ad Adamsberg che sua figlia ha visto sui sentieri nei boschi questa Armée Furieuse, che trascinava con sè tre compaesani, uno dei quali già scomparso alcuni giorni prima. Per gli altri, nulla di buono può venire.

Il commissario dovrà scoprire di più su questa armata, che non ha mai sentito nominare, e al contempo sbrogliare un brutto caso di piromania con omicidio a Parigi, scagionare un innocente, salvare un piccione dalla cattiveria dei bimbi di strada e conoscere meglio il recentemente ritrovato figlio.

Senza contare che Danglard… ok, ok, non vi dico altro.

Ma se leggete il francese, correte, davvero. E se no, nell’attesa, beh, si può sempre rileggere il già scritto.

 

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...