Hirshhorn Museum

I musei di arte moderna mi danno sempre un po’ di vertigini, con le linee pulite delle opere contemporanee e il tentativo di spingere i limiti oltre l’accettabile di certe installazioni. Dico tutto questo in senso positivo. Adoro i musei di arte moderna.

E l’Hirshhorn Museum, con la sua struttura architettonica essenziale e le sue pareti bianche, è l’esempio più tipico di quello che cerco di dire.

Fatto a ciambella, la galleria su tre piani è costituita da due cerchi concentrici, quello interno, provvisto di molte finestre che si affacciano sulla corte in cemento, è dedicato prevalentemente alla scultura e quello esterno, cieco, prevalentemente alla pittura.

La mia sala preferita è quella che espone le opere di Calder al terzo piano, insieme ad una zona di “relax” con una grande finestra che offre una panoramica sulla National Mall.

Il secondo piano offre una selezione delle opere del museo che cambia ogni quattro mesi e si alterna con mostre temporanee.

Il seminterrato fa spazio all’esposizione di ultime acquisizioni ed installazioni che richiedono spazi maggiori.

Se la sensazione di vaga vertigine diventa troppo forte, consiglio una passeggiata nel giardino delle sculture, uno spazio quasi zen con opere e fiori.

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...