Quelli che però è lo stesso

di Silvia Dai Prà

Un librino snello forse poco forse molto autobiografico, asciutto e affilato come un coltello. La protagonista, forse l’autrice, è al primo anno di insegnamento rigorosamente precario in una scuola professionale serale nella periferia romana.

Intorno a lei i ragazzi, svegli, intelligenti, perduti e sperduti, i colleghi forse un pò macchiette, i genitori impreparati e disinteressati, una società allo sbando a cui la scuola non ha alcuna speranza di mettere argini.

Ve lo consiglio, davvero, come vi consiglio l’intervista all’autrice su Meno di Zero, perché ha una voce limpida e decisa, e di rado mi capita di pensare, leggendo un’intervista, questa vorrei proprio conoscerla.

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...