Spigolature

Sulla vetrina di un bar vicino casa un cartello stampato A4 annuncia: “Colazioni, pause pranzo, afternoon coffee, aperitivi”. E io chissà  che mi credevo facesse un bar?

Sulla porta del bagno in un reparto ospedaliero: “Spingere o tirare”. Ah, beh!

Al mercato, il venditore di un banco di biancheria intima per uomo arringa un cliente, un signore di mezz’età dall’aria composta. Venditore (agitando un paio di boxer a righine): “Lo conosce questo prodotto? È un ottimo prodotto. Un prodotto italiano. Lo ha già provato questo  prodotto?” Cliente: “Beh, si. Sono mutande.”

Un ristorante con terrazza con vista sui binari della ferrovia: “Top Roof Bar”

Una signora molto anziana e parecchio instabile sulle gambe, con vocina tremolante chiede informazioni sulle destinazioni dei bus alla fermata. Arrivato il tram, viene urtata da uno dei passeggeri in uscita, che con tono severo le spiega che prima di salire bisogna lasciare scendere gli altri. La vecchina si volta a guardarlo e grida “Stronzo!”.

One thought on “Spigolature

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...