Il Gop e la manipolazione del voto

Votare è semplice, in democrazia. Si selezionano gli aventi diritto (che sono in genere tutti i maggiorenni in grado di intendere e volere, tranne quelli privati per fatti gravissimi dei diritto di voto stesso), poi si scelgono luoghi ed ore per espletare il voto, e via si parte.

Pensate? No, o almeno non proprio. Come fare quelli che sono fuori sede, lontaot da casa proprio al momento del voto, come militari, studenti, lavoratori itineranti? E quelli invece da casa non possono proprio muoversi, per motivi di salute, magari?

Un po’ si cerca di venire incontro a tutti, permessi speciali, a volte persino sconti su biglietti aerei e di treni per raggiungere l’urna.

O almeno così siamo abituati noi, all’incirca. L’unico modo di manipolare un voto, sembra quello di falsificarlo.

Ma non in America, dove si sa, sono creativi.

Bill Clinton, in un recente discorso, ha messo in guardia cntro il tentativo da parte del partito Repubblicano di limitare o manipolare il voto. Ad esempio quello dei giovani, che hanno votato per Obama a frotte nel 2008.

Gli studenti universitari potrebbero non più avere una speciale legge che consente loro di poter votare nella sede dei loro studi. In un paese immenso come gli Stati Uniti, sarebbe un problema.

I detenuti, anche in libertà vigilata, potrebbero venir privati del diritto di voto. A parte che la popolazione carceraria in America è tra le più alte al mondo (e questo esclude un bel po’ di gente dal voto), indovinate di che colore sono la maggior parte dei detenuti?

Si sa che i gruppi etnici tendono a votare compatti in certi casi, e che, soprattutto nei casi di immigrazione recente, le persone della stessa etnia tendono a vivere tutte vicine una all’altra, negli stessi distretti elettorali. Ecco inventati (non di recente) un concetto ed una parola meravigliosi: gerrymandering, ovvero il riaggiustamento dei distretti elettorali in modo da spezzettare i voti dei gruppi interessati.

Insomma, la guerra è aperta, e il detto “fatta la legge, gabbato lo santo”, acquista un nuovo significato.

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...