In America senza documenti

Se qualcuno si chiede che cosa significhi quella tesserina plastificata verde che ci è arrivata nella posta la scorsa settimana; che cosa comporta vivere senza una carta verde e senza documenti legali negli Stati Uniti (ma anche in qualsiasi paese dell’occidente così detto civilizzato), ecco una storia esemplare.

Jose Antonio Vargas è un gionalista che ha lavorato per i maggiori quotidiani nazionali e ha vinto un premio pulitzer per il reportage sul massacro del Virginia Tech.

Jose Antonio Vargas è tecnicamente un clandestino. Arrivato negli Usa dalle Filippine a 12 anni, con l’aiuto di familiari naturalizzati americani, è riuscito ad arrivare ai vertici di una professione importante e “visibile” senza mai avere la carta verde.

Trovate la sua storia completa in un articolo sul New York Tiimes da lui scritto, ma guardate anche questo video.

E’ commovente e in qualche modo rassicurante vedere come altre persone si siano esposte per lui. Dalla impiegata della motorizzazione che avendo riconosciuto un documento falso invece di denunciarlo lo invita a non tornare, agli insegnanti della sua scuola, agli amici, ai colleghi.

Vargas ha deciso di denunciare il proprio stato come clandestino perché la fatica di manenere il segreto stava diventando troppo grande. Forse anche per fare un favore a chi come lui si trova a vivere una doppia vita. Nella migliore delle ipotesi, per dare una spinta alla legislazione sull’immigrazione.

In attesa di vedere come reagiranno gli Usa.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...