Retorica

Il compagno di viaggio ed io oggi ci dirigiamo a est, verso il mare, per un week-end di relax e granchi del Chesapeake e speriamo buon vino (il pacchetto che abbiamo preso comprende una degustazione).

Andiamo incuranti del maltempo, che speriamo di lasciarci almeno temporaneamente alle spalle, e lasciamo una città in lieve sommovimento. Se vi fosse sfuggito, tra due giorni sarà il decimo anniversario dell 11 settembre. Quello Americano, non quello cileno.

Qui la cosa non può certo passare inosservata, le manifestazioni sono annunciate da settimane, ovunque son fiorite bandiere, ma la gente mi pare sospesa tra la commozione e l’irritazione dovuta alla troppa retorica (nel senso di ritrita banalità).

I problemi sono altri, la gente non ha lavoro, e la cattura di Bin Laden non aiuta a risolvere. Ieri Obama ha fatto il discorso sul lavoro, in parlamento, lanciando un piano ambizioso per il rilancio dell’economia. Era l’Obama della prima campagna, quello che infiamma le platee di retorica (nel senso di capacità di comunicare)  ed ideali.

Difficile dire se i repubblicani abboccheranno, potrebbero però, se i sondaggi dimostrassro che hanno abboccato gli americani.

Intanto si va via due giorni, e al ritorno potremo fingere che qualcosa sia cambiato.

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...