How to be black

di Baratunde Thurston

Da quando ascolto Npr, la radio pubblica americana, la mia lista di libri da leggere si è solo allungata: ora ci si mettono le interviste con gli autori, non fossero bastate recensioni, blog, consigli di amici, e occasionali giri in libreria e biblioteca.

Non avrei mai preso How to be black, ma ho sentito un’intervista all’autore e non mi sono potuta trattenere. Perché, tanto per comiciare, Baratunde Thurston è simpatico. Ma proprio simpatico, del tipo, ti va di bere qualcosa stasera?

Poi lavora per The Onion, che se non sapete cos’è, shame on you, correte a vedere.

Infine è cresciuto a DC, in anni in cui non era bello crescere a DC, ma lui ci sorvola leggiadro, e ti fa pensare che in fondo poi non doveva essere così male.

Il libro è carino e divertente ma onestamente niente più. Un tentativo garbato di fare di sdrammatizzare la questione razziale, ma senza svalutarla. Forse sarà utile a qualcuno, ma comunque si legge d’un fiato e senza troppa fatica, un venerdì sera di pioggia, con un gatto in braccio e l’altro sul divano.

Per dire.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...