Quali sono le vostre fonti?

Circa ieri, in Kentucky, un bambino di 5 anni ha sparato alla sorellina di 2 con un fucile per bambini ( non un fucile giocattolo, proprio un fucile vero in miniatura), uccidendola.

Ma non è di questo che voglio parlare.

Nelle ultime ore, un numero non indifferente di amici che seguo su facebook (e ci tengo  dire che i miei amici su Facebook sono al 90% amici nella vita reale, quindi in generale persone mediamente ben informate e dotate di discreta capacità di discernimento), incluso il CdV, hanno postato la notizia lamentandone la mancata registrazione da parte dei media americani.

Sono rimasta un po’ perplessa. C’è molto da dire, su questa notizia, dalla violenza, alla realizzazione di armi “per bambini”, alla facilità con cui alcuni genitori le regalano ai propri figli (di 5 anni).

Ma il punto di vista scelto da quasi tutti quelli che l’hanno postata su FB è stato: i media americani affossano la notizia.

E io qui sto, e molte critiche potrei fare sui media americani, ma ieri sera, sfogliando i mei feed e twitter prima di dormire ho trovato la notizia riportata da (cito a memoria e certa di dimenticare qualcosa):

New York Times, Washington Post, Sito di NPR, Huffington Post, Tweet di Mother Jones, sito di Fox news (si, tengo d’occhio il nemico, voi no?).

Più commenti da gente che seguo on line che riportava  da altre fonti.

Ora, va detto che in questo periodo ho più tempo tra le mani della maggior parte del resto del mondo. Ma davvero questa è la mia routine serale, cosa succede nel mondo in 15 testate (dò un’occhiata anche al Guardian e a un paio di quotidiani francesi, solo i titoli principali, e ovviamente quelli italiani – che guardo al mattino rischiamdo ogni volta di rovinarmi la giornata).

Quindi questo mi ha fatto pensare. Quanta gente ormai usa Facebook, o Twitter, per farsi fare da altri la rassegna stampa? Intendiamoci, lo faccio anch’io ed è una grande risorsa, perché mica posso leggere tutto e certe cose inevitablimente mi sfuggono, o non sono genericamente di mio interesse ma sono ugualmente rilevanti.

Anni fa, all’alba del governo Berlusconi, un amico che era rimasto fino ad allora all’oscuro del modo in cui Berlusconi era arrivato al potere – televisoni private ai danni dei concorrenti legami mafiosi, truffe ai danni di miliardarie minorenni ecc. – mi disse che non tutti possono, come me, passare il tempo a leggere oscure riviste di geopolitica ed essere di conseguenza sempre così informati.

E va bene, io sono una news junkie ma le notizie in questione erano facilmente reperibili già allora su Repubblica, che non è esattamente Le Monde Diplomatique, e ancora mi ricordo la discussione, tanto mi fece imbestialire, ed è un amico ancora molto caro, per dire. 

Insomma, non voglio accusare nessuno di disinformazione. Ma la mia è una curiosità reale. Se volete sapere cosa succede in una parte del mndo che non è la vostra (o anche nella vostra, eh, per carità) quali sono le vostre fonti? E quanta della vostra Iinformazione date invece in appalto ai social network, affidando ad altri la preselezione? 

Per tornare alla notizia del 5enne armato, non sono dell’idea di buttarmi in complesse analisi sociologiche sull’arma a misura di bambino, prodotto deviato e folle, ma non più – e non più letale – dell’analogo prodotto per adulti. E se siete appassionati di cronaca, saprete che simili incidenti accadono di frequente con la pistola della mamma o il fucile da caccia di papà.

Ma naturalmente se cercate una scusa per dare addosso all’NRA…. be my guests.

 

Advertisements

2 thoughts on “Quali sono le vostre fonti?

  1. L’ha ribloggato su Trentamila Piedi sopra lo Stivalee ha commentato:
    Voglio ribloggare (mamma mia quanto è brutto sto verbo!) questo post della mia amica Caterina, che vive oltreoceano e che spudoratamente spesso adopero come “inviato speciale” dagli USA per annusare un po’ di States, qui dall’altro lato del pond. Si tratta di un tema che sta incuriosendo anche me: ci formiamo la nostra opinione, oltre che da qualche TG guardato di corsa, spesso soltanto attraverso Facebook, Twitter e qualche altro aggregatore. Credo che la crisi del settore dell’informazione e dei giornali sia soprattutto una crisi culturale da parte della gente, che vuole un consumo quasi compulsivo delle informazioni. Come Caterina anche io sono un news-addicted, e grazie agli spacciatori di notizie ho la possibilità (anche alzandomi abbastanza presto la mattina!) di sfogliare e approfondire la maggior parte dei quotidiani. E il mio più grande rammarico è non avere tempo a sufficienza per poter leggere i quotidiani locali, fonte inesauribile di aneddoti e ispirazioni letterarie, basate sulla vita giornaliera delle persone. Trovo inquietante il fatto che molte persone ritengano di formarsi una loro opinione leggendo un sito di gossip come Dagospia: per carità Roberto D’Agostino avrà delle entrature che noi comuni mortali ci sognamo! Ma da lì a farne un intellettuale …

  2. Ciao,io credo che una società civile dovrebbe educare prima di tutto alla vita e produrre armi di qualsiasi genere fatti “su misura” per bambini sta esattamente agli antipodi di questi pensiero.
    Ogni età ha e deve avere dei focus precisi. Con tutta probabilità un bambino non comprende la vera differenza tra vita e morte e quanto sia sottile la linea che le separa.
    Trovo paradossale, folle e antisociale che qualcuno produca armi per bambini e che alcuni possano comprarli per loro.
    Poi incidenti e persone che muoiono nel mondo ce ne sono a manciate nei modi più disparati, ma questo è, a mio avviso, un gratuito attentato al diritto di vivere di qualsiasi essere vivente, sia esso appartenente al genere umano o animale.

    Per quanto riguarda la diffusione della notizia non mi sembra che anche in Italia non ci sia stata una grande diffusione della notizia di questa assurdità..ma i media fanno piu caso ai grandi numeri..e 2 bambini al di sotto dei 5 anni evidentemente non fanno tutto questo clamore…:-(
    Ale_Sn@z

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...