Si ricomincia – fall semester 2013

Buon ferragosto a tutti.

Questo blog esce da un lungo letargo, o almeno questa sarebbe la mia intenzione. Siamo tornati a Washington DC dopo lunghi mesi in Italia, in cui molte cose sono successe, non tutte adatte a queste pagine.

Potrei attribuire a questo la mancanza di aggiornamenti, o al fatto che il CdV mi aveva sequestrato il laptop per vedere se gli sarebbe piaciuto il Mac, dato che il suo pc sta tirando gli ultimi, e scrivere sull’ipad non è altrettanto pratico.

Ma la verità è che non avevo voglia, dice che si può raggiungere un burn out da blog, e temo di averlo toccato con mano.

Persino i commenti li ho moderati di malavoglia, anche se alcuni avrebbero meritatao un post a se’, come quello della gentilissima sconosciuta che mi chiede se in questa vita che mi sono scelta sono felice, o del solito italiano da barzelletta che dice che lui in Canada non ci andrebbe neanche morto e anzi non farebbe nemmeno entrare in canadesi in Italia.

Avevo tante cose da dire, dopo aver letto quei commenti, ma le ho dette agli amici e al CdV, invece di scriverle qui. Rimedierò.

Inanto, tra le cose degne di essere raccontate, abbiamo viaggiato un po’, per l’Europa e per l’Italia, e quindi questi saranno i primi post di cui mi occuperò, perché scrivere dei viaggi mi piace e perché dice che se l’ispirazione ti abbandona non bisogna darsi per vinti ma continuare a insistere.

Intanto, per riprendere il filo, sappiate che il nostro ritorno è già pieno di meravigliose promesse, tra cui vari eventi intorno ad un tavolo (ah, i miei preferiti), un biglietto per un musical che volevo vedere da tempo, e altre novità di cui parlerò a tempo debito.

Il CdV ha ottenuto, mentre eravamo in Italia, la sua sospirata promozione (ovvero ha avuto la cattedra, come si direbbe da noi, e al contempo è diventato professore associato) e questo porta per lui più che altro più impegni di tipo amministrativo e un nuovo armadio per la camera da letto (no, non fa parte della promozione, è che aspettavamo per scaramanzia).

Credo sia eccitato e leggermente in ansia per questo nuovo percorso.

Insomma, niente di particolarmente nuovo sul fronte americano, ma cercherò di trovare punti di vista nuovi per intrattenermi ed intrattenervi.

Inoltre, faccio voto di spelling check, d’ora in poi 🙂

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...