L’Italia a zig zag – Tour d’Italie 2013

A Giugno siamo partiti per il nostro consueto Tour d’Italie, quello che ci porta a visitare amici e parenti che non vivono a portata di mano nel nord ovest.

Come regola è un pellegrinaggio verso sud, ma questa volta abbiamo aggiunto una puntata nel nord est, per non farci mancare niente.

Siamo partiti alle 10 da Torino, a bordo di una gloriosa 500 a noleggio, il cui bagagliaio tiene solo una delle due valigie e gli zainetti.
La destinazione è il luogo avito della famiglia del CdV, e come consuetudine rechiamo doni e trasportiamo vivande e derrate – la famiglia del CdV vive nella ferma convinzione che dovunque si vada non ci saranno negozi 🙂

Il viaggio è famigliare, la strada porta con se’ memorie di ogni genere – molte ottime, alcune da dimenticare – ed è zeppa di punti di riferimento: quella fabbrica che si trova esattamente a metà strada, l’autogrill da cui usciamo invariabilmente con cd a basso prezzo, l’uscita per il paesino dove c’è un ristorante favoloso, e poi finalmente si entra nelle Marche, ci siamo quasi.

Arriviamo che sono le 5 passate, il vicino prende il fresco sul cortile e ci fermiamo a salutare. La casa è aperta per l’arrivo nostro e di altro parentame, i letti sono fatti, il frigo è pieno. Ma il corridoio è buio e nessuno risponde alla chiamata.

Il CdV sale a posare le valigie, io entro in sala da pranzo e questo è ciò che trovo.

Spinetoli il pranzo pronto

G., il cugino in questione, è un ottimo cuoco e soprattutto uno sfamatore professionale. Le meraviglie presenti a tavola, anche in sua assenza, lo testimoniano.
A breve il telefono comincia a lavorare sia in entrata che in uscita. Una chiamata ai genitori per avvisare che siamo arrivati, un’ altra agli amici sul posto per organizzare qualcosa, e la casa si rianima, la gente entra bussando leggera sul portone sempre aperto.
Andiamo fino al bar in piazza in cerca di visi familiari.

D. arriva recando un salame, ci raccontiamo le ultime novità, beviamo qualcosa.

Siamo qui per un matrimonio, quindi tra oggi e domani il grosso della famiglia si riverserà in zona. Nel frattempo domani è prevista una cena tra amici.

Inizia così il tour gastronomico annuale. Al mio rientro a Torino, avrò cambiato taglia.

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...