Silver Spring non vuol dire primavera d’argento

I semestri stanno finendo, sia il mio che quello del CdV. Ancora un’altra settimana, piuttosto piena, ma si sente la fine, e la primavera è arrivata, e mentre riempio pagine e pagine di parole, non tutte sentite, mi distraggo pensando al mio giardino, agli ospiti in arrivo dall’Italia, all’ultima ricetta che vorrei provare usando gli amici come cavie, ai jeans nuovi che devo proprio comprare.

Il blog ha sofferto di questo anno così oieno e dei miei impegni di scrittura, che quando smetto di scrivere per la scuola ho poca voglia di scrivere qui.

Ma questa settimana è andata così bebe che sembra un peccato non registrarla, magari per rileggerla tra qualche tempo.

Siamo stati ad un concerto di Zucchero a Silver Spring. Mi chiedo se i musicisti si rendono conto di dove sono quando sono in turnée così fitte, e se il “Ciao Silver Spring” non nascondesse il fatto che il nostro non si è reso conto di essere a 500 metri da Washington DC.

E’ stato un bel concerto e conoscevo quasi tutti. Questa cosa a tratti è inquietante, poi mi ricordo che una città di 600.000 abitanti non è certo una metropoli, e la comunità italiana è mignon, mignon.

In due serate consecutive abbiamo appeso le chitarre al muro, non in senso allegorico, in compagnia di amici armati di trapano e il giusto numero di alcolici, e la casa sembra un po’ più casa, mi pare che sia stato così traumatico il trasloco 4 anni fa che solo adesso cominciamo a modificare l’arredamento in base alle nostre esigenze, e forse il crollo del letto due mesi fa è stato determinante, prossimi verrano libreria in soggiorno e armadio in camera.

Il CdV fa concerti come se non ci fosse un domani, e gli amici sono così carini che vengono ad applaudirlo, non importa se è al mercatino di Bethesda o all’Ambasciata d’Italia. Un’articolo di qualche magazine on line diceva ieri “the popular local band…”

Vorrei vedere un paio di mostre prima di partire, qualche concerto all’aria aperta, magari un cinema nel parco, il mercatino arriva Domenica e i gatti sono sistemati per l’estate. Poi con un salto, saremo dall’altro lato per un po’.

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...