Il grande, lungo show delle elezioni americane.

Si vota tra qualche giorno, da queste parti.

Scommetto che non ne sapete quasi niente, perché queste sono le parenti povere delle grandi elezioni presidenziali, quelle che si tengono ogni quattro anni e vanno su tutti i giornali.

Niente paura, anche agli americani a volte sfuggono le elezioni di Mid Term.
In sostanza, qui si va al voto ogni anno pari, per una ragione o per un’altra. La cmpagna elettorale non finisce mai. Ma siccome mancano i faccioni dei candidati sui muri delle case, come in Italia, volendo si puo’ scegliere di ignorare il tutto. E in molti lo fanno.
La verità è che sarebbe un peccato ignorarle, perchè le elezioni in america sono molto più divertenti, come una sit-com, applausi in lattina e tutto. Soprattutto se viste di qui, seduti sui gradini del Congresso.
Cominciamo quindi dealle elezioni a venire, quelle del 4 Novembre. (si vota sempre a novembre, avrete notato anche voi).

I residenti del Distretto di Columbia voteranno per scegliere ciò che segue:
Si vota innanzi tutto per il Sindaco – le primarie sono state in primavera, la vera battaglia è tra un signora Democratica di colore, Muriel Bowser, per alcuni troppo vicina alla vergogna politica locale, Marion Barry, storico ed istrionico sindaco ventennale, passato dalle battaglie per i diritti civili all’arresto per crack, senza mai perdere l’amore viscerale della propria circoscrizione, il tribolatissimo Ward 8. Un mito locale, per chi ama il genere;
e David Catania, indipendente ma prima repubblicano, bianco e gay (tutte categorie rilevanti, fidatevi, nella città del sogno Afro Americano mai veramente raggiunto).
La battaglia è tutta sullo stato allarmante della scuola, sull’urbanizzazione selvaggia, sulla gentrificazione senza tregua. I senza tetto non li abbiamo granché degnati, complice un autunno che sembra estate e la mancanza di emergenza freddo.
Poi c’e’ un manipolo di altri candidati senza speranze, tra cui l’unica con un’ombra di chance, Carol Schwartz.

Si voterà naturalmente per alcune delle singole circoscrizioni cittadine, dai membri del consiglio agli ANC, politici “di quartiere” senza portafoglio ma con un permesso di parcheggio esteso a tutta la citta’ come benefit.
Poi si eleggerà l’Attorney General, la massima autorità giudiziaria del Distretto. Questa è una novità, perché fino al 2010 veniva nominato dal sindaco, ma poi il popolo si espresse con referendum per farla diventare una carica elettiva. Non so chi siano i candidati, e che impatto possano avere sulle corti locali, perciò mi riservo commenti più dettagliati per il futuro.

Una cosa certamente avrà un impatto sulle corti: il referendum per la liberalizzione della marijuana per uso ricreativo. Altro referendum, proposition 72. Dite poco? In realtà la marijuana era gia’ stata decriminalizzata nell’estate. Il referendum, secondo molti, è un modo elegante che hanno i politici locali di lavarsi le mani del problema. Vedremo come va.

Intanto, altrove si vota per il senato (i senatori stanno in carica 6 anni, ma vengono eletti in tre turni ogni due), e per il Congresso, the House, come familiarmente lo chiamano sui giornali. Noi nel Distretto non abbiamo tutti questi lussi, così ci limitiamo a mandare a Capitol Hill due rappresentati senza voto. Ma nel dubbio, e per protesta, votiamo anche dei congressisti fantasma, giusto per rimarcare il fatto che qui c’è il vero buco nero della democrazia, altro che la Toscana.

Insomma, l’altra sera a cena qualcuno rideva della mia insana passione per la politica locale, e mi consigliava di scriverne. Ah, che ne sanno i miei ospiti di questo blog? Niente, infatti, ma il consiglio lo seguo lo stesso e voi sarete le mie cavie.

Volete sapere perché queste elezioni sono importanti? Ma perché, subito dopo, inizia il balletto delle presidenziali. Prossimamente. Su questo blog!

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...