The Girl on the Train

di Paula Hawkins

Di osservazioni preliminari ed estemporanee: in italiano il titolo di questo libro è stato tradotto con “La ragazza del treno” e non “La ragazza sul treno”. Perché?

Seconda: ho amato moltissimo l’ambientazione da suburbia londinese del libro, probabilmente per puro snobismo, rispetto alle solite ambientazioni americane.

La protagonista del libro prende un treno per pendolari verso il centro di Londra ogni mattina. ogni mattina il treno ferma in una stazione da cui si vedono benissimo le case affacciate sulla ferrovia. La ragazza, come facciamo un po’ tutti, si immagina le vita delle persone che vede dal finestrino, ci si identifica, sogna ad occhi aperti. Ci vuole poco al lettore per capire che la vita di queste persone non è come sembra, ma nemmeno quella della nostra protagonista è poi così pristina.

Inevitabilmente, le cose precipitano.

Non dico molto altro, in fondo è un noir, e non è bello rivelare. Il libro si legge bene, in molti l’hanno paragonato al successo dello scorso anno, “Gone girl”, perché ci sono mogli, mariti, e in più l’autrice è una donna per entrambi i libri.

Comunque, se vi piace il genere, The Girl on The Train è all’altezza.

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...