Catturare l’audience

L’Italia è nota al mondo per la sua tradizione musicale, ma non ci sono molte opportunità di imparare la musica a livello professionale, fatti salvi i conservatori.

Ancora peggio, non ci sono molte opportunità di imparare ad apprezzare la musica (tutti i tipi di musica) come utente, o spettatore. E le sale da concerto si svuotano (non solo in Italia, sia chiaro).

Lo stesso vale, sarvo eccezioni, per i musei. Così si moltiplica i marketing per i luoghi destinati all’arte ed alla cultura, con l’unico problema che il passo da “accessibile” a “prodotto di consumo” è breve.

C’è una nuova figura professionale, in città, che è quella dell’audience developer. Siccome io personalmente amo far parte dell’audience, mi stupisce un poco che ci sia bisogno di un professionista. In teoria questo non era il lavoro della scuola? Offrire agli studenti – futuri adulti, futuri cittadini, futuri fruitori d’arte in tutte le sue forme, il giusto background per apprezzare musica dal ‘200 all’Indie rock, e arti figurative, e teatro e quant’altro?

Naturalmente è giusto che una parte del peso cada anche su chi l’arte la fa e soprattutto la cura. Ma a tratti la sensazione è che l’ansia di avere più spettatori  porti i musei alla ricerca dello spettacolare, dell’evento: la gente accorre a mostre “rock star” e spesso completamente ignora i musei civici più che rispettabili – e più economici – della propria città. O al contrario che appiattisca l’offerta verso il mediocre ed il comprensibile a tutti.

Il compito degli artisti è (anche) quello di catapultare la società verso confini per i quali a volte non è ancora pronta. Se li costringiamo a tener conto degli spettatori paganti, potremmo perdere in splendore ed audacia.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...