Podcasts

Passo un sacco di tempo per strada, camminando o sui mezzi pubblici, e non ho molte vetrine con cui distrarmi. Per questo da quando sono a Washington mi sono convertita ai podcast, e sono diventate una parte findamentale delle mie fonti di informazione. Infatti da commute entertaining sono diventati compagnia come la radio. Ora li ascolto sul threadmill, mentre stiro, mentre cucino e in pratica ogni momento in cui non sto leggendo, lavorando, dormendo o guardando la tv – che non abbiamo, si va di Netflix.

Allora, qui una piccola carrellata dei miei preferiti, ed eventuale link

LIBRI

Si, visto che c’è cronica mancanza di librerie, nella capitale, e non solo piccole indipendenti, ma anche le grandi catene si ritirano su più mitigati lidi, i podcast sono la mia fonte per nuovi libri da leggere. Anzi direi che in percentuale, i podcast che parlano di libri sono la grande maggioranza, tra quelli che ascolto. E richiedono poi il follow up serale di segnarsi i titoli interessanti. Si, sono un pò ossessivo compulsiva.

Quindi

New York Times Book Review Podcast – non richiede, spiegazioni, oltretutto ha il vantaggio di farmi anche una piccola carrellata sulla classifica dei più venduti, che spesso contiene roba che non toccherei nemmeno con un bastone, ma è bello essere informati

NPR BOOKS – questo è un feed con tutte le trasmissioni di NPR dove si è parlato di libro. Ovviamente nel caricare sull’ ipod (che non ho, uso un altro device, altro blog, altra storia) faccio una selezione.

Maureen Corrigan NPR – Corrigan è una prof di letteratura inglese di Georgetown e tiene una rubrica settimanale con una recensione di un libro. Finora, con me ci ha preso ad un buon 95%. Se il CdV mi amasse, andrebbe a fare amicizia, e me la presenterebbe. Chiaramente non mi ama.

Books on the Night Stand. Ann Kingman and Michael Nice sono agenti di Random House, ma il blog è personale, anche se si avvalgono delle loro conoscenze professionali. E’ divertente e dura esattamente la stiratura di un bucato 🙂 Non sempre sono d’accordo con le loro opinioni sui libri, ma sono garbati e la conversazione è in stile intorno al tavolo di cucina.

POP CULTURE Vado anche al cinema, e guardo serie tv, di tanto in tanto. Per questo c’è

Pop Culture Happy Hour – podcast di NPR, di nuovo, che è l’unica cosa che mi tiene sul tapis rouland per una mezz’ora. Veramente, se non peso 80 chili lo devo a loro. Parlano di tutto e sono esilaranti, come stare con degli amici, inclusi gli inside jokes che possono scoraggiare un pò i nuovi arrivati. Insieme ai tre panelists ci sono sempre ospiti diversi che arricchiscono la conversazione.

Slate Culture Gabfest – meno divertente e spigliato, ma quando finisco le puntate di PCHH, un discreto fix.

Fresh Air – Un classico della radio americana, interviste a personaggi dal cinema alla letteratura alla politica. Teri Gross è empatica ma mai condiscendente. Una chicca: la puntati in cui Marc Maron intervista Teri Gross.

POLITICA

Slate Political Gabfest, – lo metto anche se l’ho ascoltato per anni ma sono un pò in esaurimento. Ogni tanto ascolto ancora, se voglio qualche approfondimento sul news, ma in generale sempre meno

On The Media – un altra trasmissione radio turned podcast: Brooke Gladstone e Bob Garfield analizzano le notizie dal punto di vista della copertura mediatica. Il contenuto può essere deprimente ma i conduttori sono bravissimi e persino spiritosi e comunque è informazione 101 per chi nuon vuole bersi qualunque cavolata dei giornali (e scrivo questo post il giorno dopo gli attentati di Parigi, non vedo l’ora di sentire cosa hanno da dirci in proposito)

VARIE

Lexicon Valley – Puro divertimento con la lessicografia. Si, beh, sono nerd, lo scoprite ora? Ma a chi non piacciono le parole? Ancora Bob Garfield – questa volta in veste scanzonatissima e un poco irriverente, Mike Vuolo nel ruolo del moderato, e occasionalmente Ben Zimmerman come lessicografo in residence.

This American Life – la voce iconica di Ira Glass introduce storie di tutti i giorni di normalissime, queotidiane, assolutamente assurde storie di vita. Ogni tanto raddoppia come programma d’inchiesta, come nella bella puntata per l’anniversario su Katrina.

Questo sono solo quelli che ascolto d’abitudine. Ne ho altri per le emergenze (attese dal dentista o lunghi viaggi in treno) ma sarà per un’altra volta.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...