E-books contro paperback

Sembra che le vendite di ebooks siano in serio declino, dopo anni di avanzamento nel mercato dell’editoria. In aggiunta, mentre le grandi catene di librerie mass market, tipo Barnes and Nobles, chiudono negozio dopo negozio, pare esserci una seria ripresa delle piccole librerie indipendenti. Inoltre, la gente compra sempre più paperback contro i tradizionali hardcover, il che potrebbe essere come sostituzione agli ebooks.

Queste le news relativamente recenti dal mondo dell’editoria.

Quella di ebooks contro libri di carta è una delle discussioni di routine con la Suocera, che ama analizzare i fatti a fondo e pensa che io sia la persona giusta per farlo. In realtà, non lo sono davvero. Anch’io potendo scegliere starei seduta sul mio divano, coi miei gatti, una tazza di té, ed un’infinita scelta di libri di carta.

Ma viaggiando, devo ammettere che il kindle mi ha salvata da sicura scoliosi (non riesco a tollerare di viaggiare senza un minimo di tre libri – di più se il viaggio è più lungo di 8 ore), e mi consente il lusso meraviglioso di accedere alla mia preziosa biblioteca pubblica americana da qualunque posto provvisto di rete wi-fi.

Inoltre c’è il vantaggio del poter settare la misura dei caratteri (nel caso qualcuno non ci vedesse bene), scrivere note, e via dicendo.

Inoltre forse a babbo natale chiederò un kindle voyage, perché mi piacciono i gadget, ecco.

Ma a parte tutto questo, perché sono scese le vendite degli ebook? Secondo il Wall Street Journal, una delle motivazioni potrebbe essere che il prezzo è aumentato, raggiungendo in certi casi quello dei volumi normali. L’aumento è dovuto in gran parte all’accordo che le casi editrici hanno fatto con Amazon lo scorso anno. Ma se compro un device da quasi $200, e poi i libri costano uguale, forse ci faccio un pensierino.

Certo, ci sono sempre i libri disponibili via Kindle Store, che sono self published e per lo più piuttosto brutti. Ma vengono via con massimo $3. Mica si può aver tutto.

Naturalmente c’è anche il problema che come prodotto, gli ebook sono cambiati poco o niente dalla loro comparsa sulla scena.La motivazione può essere anche trovata nel fatto che sono tutti software proprietari, che lasciano poco spazio all’innovazione dell’open source. Ma certo, sarebbe bello poter interagire maggiormente con i propri libri, e nessun kindle, fino ad ora, riesce a restituire la magia di un libro amato e riletto all’infinito, che si apre alle pagine favorite.

 

 

 

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...