Lots of Candles, Plenty of Cake

di Anna Quindlen

Di nuovo un libro sul tempo che passa, sull’invecchiamento, sulla prospettiva della fine. Sul serio, non lo faccio apposta.

Anna Quindlen è una giornalista, umorista, femminista con ironia, sulla falsa riga di Nora Ephron, e questo è un libro di racconti autobiografici sul filo della memoria, riflessioni sui tempi che cambiano, sui figli che crescono, sul matrimonio e sul lavoro.

Il problema è che la signora non scrive benissimo, è simpatica ma non brillante, le manca l’ironia sferzante della Ephron o di Ann Patchett, e anche se sarebbe forse paicevole prendersi un te’  con la Quindlen è molto difficile non sentire un leggero predicare, anche se mlto benigno, in sottofondo.

La Quindlen è molto letta in America, e posso capire anche perché, ma tutto questo ottimismo da cartolina mi irrita un poco, in questo periodo. A tempi migliori.

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...