Niente di nuovo sul fronte neologismi: hispandering

L’inglese – specie quello americano, è una lingua che ama i neologismi, è il suo bello, se chiedete a me. Soprattutto in ambiente di scrittura giornalistica, il calembour e il gioco di parole (pun, in inglese) sono sempre in agguato.

Così il grande circo delle elezioni presidenziali (che tecnicamente non è nemmeno ancora partito) ha una nuova parola: hispandering.

Viene dall’unione dei termini “hispanic” e “pandering”, in italiano basso “arruffianarsi”, ovvero l’attività preferita dei politici sotto campagna elettorale. In altre parole, hispandering significa cercare di catturare i voti dell’elettorato di origine latina pur non avendo minimamente a cuore i loro problemi.

A suo favore, è un’attività bipartisan, in cui sono stati colti sia candidati repubblicani che democratici, con alterni risultati (tranne Donald Trump, che è ieratico nel suo profondo razzismo, inamovibile anche quando potrebbe fargli comodo schiodare).

Il gioco è talvolta talmente scoperto da risultare patetico: parlando ad un pubblico ispanico, Ms. Clinton si fa precedere sul palco dalle canzoni di Jennifer Lopez, Obama cita cibi messicani durante gli incontri con la folla, Ted Cruz inserice qualche parola en espanol nel suo discorso e così via.

Il metodo piu’ subdolo resta quello di dichiarare come si hanno a cuore i problemi degli ispanici, come se fossero in assoluto cosa altra dai problemi degli americani in generale.

C’è anche chi trova il termine denigratorio, in quanto unico esempio di personalizzazione del leccaggio di culo agli elettori. Non esiste l’equivalente per donne, anziani, o afroamericani.

In questo caso mi sento di dissentire: il problema qui non sta nella parola.

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...