Lacci

di Domenico Starnone

Un libro che non fa parte del reading challenge, perché il CdV me l’ha infilato in valigia mentre partivo per l’Italia in seguito alla morte del genitore.

E uno si domanda perché, dal momento che parla di una coppia in crisi, ma non una crisi qualsiasi (o forse si, in fondo che ne so delle altre coppie in crisi?), una crisi aspra, cattiva, senza redenzione, ma anche senza soluzione, perché i coniugi non si lasciano, ma si infliggono l’un l’altra la reciproca presenza per il resto della vita, e la infliggono ai figli che a loro volta…

Non vi svelo nulla, come al solito, ma sappiate che il libro è narrato a turno da tutti i personaggi e le cose non sono (quasi) mai quello che sembrano.

La scrittura di Starnone è tesa ed essenziale, bordata di un’ironia tagleinte ma mai eccessiva, non sembra avere pietà per i suoi personaggi, che pietà forse non meritano.

Domenico Starnone sarà ospite il prossimo semestre del dipartimento del CdV, noi saremo in Italia ma stiamo progettando una breve rimpatriata solo per avere l’occasione di conoscerlo. Lo fareste voi?

 

 

Advertisements

2 thoughts on “Lacci

  1. Domenco Starnone è stato uno dei primi scrittori “da grandi” che ho letto quando ero undicenne. i suoi primi libri, sulla scuola, erano talmente divertenti che me ne ricordo ancora. Poi lui ha scritto tanto di più e io l’ho un po’ perso, ma insomma, se potessi conoscerlo, sarei contento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...