Giovedì poesia/ 1

Inizia una nuova serie, grande risorsa per le blogger pigre che vogliono riempire i vuoti.

Dopo i Lunedì Arte (che vi incoraggio a frequentare, anche fuori dal mio blog, cioè gente, andate in un museo o almeno in una galleria) ecco a voi il Giovedì Poesia, collezione assolutamente arbitraria di versi per il semplice motivo che mi piacciono o, nel mometo in cui li ho letti e messi da parte, mi risuonavano per qualche motivo.

Le poesie potranno essere in Italiano, Inglese o Francese.

Ci sono molte risorse la’ fuori, oltre a quella più ovvia di leggere libri, ma ogni suggerimento da parte dei lettori per poesie future sarà accolto con entusiasmo e considerato per la pubblicazione. Meglio se di autori che non conosco, quindi datevi una calmata con Neruda e Merini. (Niente contro questi nobilissimi autori ma la mia lettura poetica è guidata dalla scoperta)

Iniziamo con “I am waiting”, solo una stanza dal lungo poema di Lawrence Ferlinghetti.

I am waiting
to get some intimations
of immortality
by recollecting my early childhood

and I am waiting
for the green mornings to come again
youth’s dumb green fields come back again

and I am waiting
for some strains of unpremeditated art
to shake my typewriter

and I am waiting to write
the great indelible poem

and I am waiting
for the last long careless rapture

and I am perpetually waiting
for the fleeing lovers on the Grecian Urn
to catch each other up at last
and embrace

and I am awaiting
perpetually and forever
a renaissance of wonder

 

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...