Aspettative per l’inverno

Non posso dire di essere affranta di non passare a Washington quest’autunno: una casa a Fiesole con una terrazza, Firenze letteralmente ai miei piedi, sono un forte disincentivo alla nostalgia.

Ma al mio ritorno ci saranno diverse novità ad aspettarmi, perché DC è in pieno boom e spuntano edifici, ristoranti, teatri, come funghi da un mese all’altro.

Così una parte di me nutre molta aspettativa per il nuovo fiore all’occhiello della National Mall: il museo di storia e cultura afro americana, o, se siete puristi, The National Museum of African American History and Culture.

L’edificio, a ridosso del Washington Munument, è nuovo come il suo contenuto. Ha aperto al pubblico con 12 mostre, su schiavismo, post schiavismo, ricostruzione, diritti civili, e arte, musica, cultura, e 36000 oggetti in esposizione.

C’è al suo interno, e non si parla d’altro, The Sweet Home Cafe, un ristorante di cucina del sud, soul food, con cuochi di grande rilievo.

Insomma, sono molto impaziente di visitare questo nuovo museo.

Inoltre, alla meravigliosa Phillips Collection sarà in mostra la collezione completa della Great Migration di Jacob Lawrence, tanto per stare un pò in tema, fino all’8 gennaio, quindi farò appena in tempo.

Mi si prepara un inverno intenso, dopo un’estate/autunno che già sono notevoli.

 

 

 

 

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...